rime spettacolari | dedicate a un comico

Non posso non rilanciare qui, su questo blog, altre rime spettacolari e meritatamente dantesche, ideate dal finissimo fiorentino R.V. per un comico di provincia, ma dalle tasche piene.

Tu se’ di quella razza

Tu se’ di quella razza che sta fin troppo bene,
che un dì fece la fame, e or ci ha le tasche piene.
Lo posso gridà’ forte, ed esser roboante:
Da’ mòccoli alla Bibbia, da Woytilaccio a Dante.
Tu se’ di quella razza che s’è certo evoluta,
Che fa far tre risate, incassa e poi saluta.
Eppur la storia insegna, e che lo si sentenzi:
Prima lo davi a i’ sardo, ora dai i’ culo a Renzi.
Di storie come queste ce ne son state tante,
Se l’era ancora vivo, lo davi anche a Almirante.
Tu se’ di quella razza che ci ha fregati a tutti,
Tu ce l’hai sciolto i’ corpo, va’, con que’ farabutti.
Quella razza sei tu, è inutile far finta,
T’ ha trombato il potere, e sei rimasto incinta.
R.V. da Firenze

lezioncina dantesca

benignidante

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/10/05/referendum-sul-quesito-parte-il-ricorso-al-tar-del-lazio-e-una-truffa-benigni-se-vince-il-no-peggio-della-brexit