fuori la scheda! | conigliocrazia

quando leggo di casi di questo tipomi corre la mano allo strillo: 

«Fuori la scheda elettorale, Ciccio: per chi hai votato?»

perché la democrazia è innanzi tutto responsabilità. voto responsabile, scelta responsabile e responsabilità delle conseguenze che ci si tirano addosso avendo scelto a cazzo.

perché una vera democrazia deve prevedere il voto palese: ti devi assumere la responsabilità anche pubblica delle tue scelte, altrimenti si crescono popoli paurosi e interrati come conigli, si creano conigliocrazie o ovicrazie. come dice il celebre motto popolare inglese:

ab7db354f8939c1938de6bc2f786657d

che è quello che esattamente siamo, anche grazie al voto segreto. e allora basta concludere che se anche solo l’ingegnere ha votato alle politiche questa volta il PD e i suoi Jobs act del cazzetto… il tipo:

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

si merita pienamente tutto questo

e è pure POCO

e è pure POCO

e è pure POCO

e è pure POCO

e è pure POCO

e è pure POCO

e è pure POCO

e è pure POCO

e è pure POCO

e è pure POCO

meme 4 morons | gli ignoranti nell’era del web

ci sono inciampato spesso. poi ci inciampo una volta di più e mi sale allegramente il nazismo. perché sono convinto che se viviamo in un’epoca in cui diversi stronzi sono disposti a ammazzare degli sconosciuti in nome di un amico invisibile i danni cominciano a prodursi ben prima, a monte, quando certi “meme”, certe idee, certi concetti infettano come virus le folle e legittimano o fomentano cazzate imperdonabili.

640x392_10478_224006

cazzate che fanno i danni che sappiamo. a partire dalla presunzione che porta milioni di voti di ignoranti, inadatti e imbecilli (oltre che solitamente incolti) nelle fauci del primo delinquente abbastanza furbo da capire che il concetto “un voto, una testa” è una scala mobile per il successo se fomenti abbastanza ignoranza e stupidità in giro.

volevo quindi argomentare, spiegare, illustrare il perché questa roba:

facebook_1444057768889

sia una mounumentale e furibonda, indegna, inaccettabile stronzata. che porterebbe sin troppe persone a abbandonare l’idea che un’istruzione regolare e certificata vada perseguita; e a abbracciare persino l’idea che istruirsi sia non solo inutile ma pure controproducente. attitudine che dal mio punto di vista mette questi postatori al livello cognitivo e inumano dei buzzurri su camion in foto (non esaustivi della casistica, essendovi altrettanti buzzurri anche sulla barricata opposta).

per fortuna posso rinviarvi a un tipo che lo ha spiegato prima di me e molto meglio di me: Mattia Butta.

io ho solo inventato questi meme, per ribadire il concetto. ispirandomi a un grande professore di un’America passata

momento stronzatahovisto

differenze | diffeRenzi…

differenze

c’è chi governò l’Italia da dentro una gabbia con una leonessa.

mussolini-n

e chi la governa, cagandosi addosso per un pesce (preso a pedate mentre ti boccheggia accanto) – per chi non sapesse tradurre dall’inglese le imprese di un cuordileone fiorentino.

cuordileone

diffeRenzi