OinE | una poesia per Linda Lercari

 

OinE

Come il serpente ho un fuoco
di brina antica e rune disegnate
sulle loriche, posso solo spingere
col capo ottuso e duro
spingere su, su lungo il fusto
dei giorni, evitando gli angeli
che attraversano l’Eden
orfano dei primi. Il male primigenio
è anche il primo a creare!
Non credere a un dio di greggi:
il poliforme Dioniso fanciullo
c’era da prima e a me pertiene
la bruttura del mostro germinato
dalle uova rotte del cielo
e della notte vasta e gorgogliante
più donna delle vergini, più madre.
Tutti le amate – è vero – mentre pestano
con celesti calcagni la mia stirpe
ma il veleno di Teti
rifiutata è mio
e ci fabbrico eroi: per burla
poi
li guardo massacrare
– spalle, calcagni, capelli –
i punti deboli semino con gioia
nei campi elisi dell’invulnerabile.

 

https://ramingoblog.wordpress.com/2015/08/27/intervista-a-linda-lercari-vincitrice-del-56-premio-letterario-san-domenichino/

lettura poetica al Cruzador | seconda volta

eccoci, lo scorso venerdì 27 giugno, io e Linda alla seconda lettura de "Il Banchetto della Poesia", ciclo di letture di poeti emergenti presso il pub-fumetteria Cruzador (Viareggio), a cura dell'associazione culturale "Fuori Programma".

cruzador02_furio cruzador02_alice01 cruzador02_alice_silo cruzador02_giorgio

cruzador02_01 cruzador02_02 cruzador02_03 cruzador02_04 cruzador02_06 cruzador02_pubblico cruzador02_pubblico02

io, Alice Rugai e Giorgio Odi, il quale fa parte con me e Linda Lercari del gruppo di poeti Testo Originale a Fronte.

qui anche alcune foto della prima volta al Cruzador con Linda (maggio 2014).

cruzador01_02 cruzador01_03 cruzador01_04 cruzador01_05 cruzador01_alice01 cruzador01_linda01 cruzador01_linda02 cruzador01_linda03 cruzador01_pubblico cruzador01_pubblico02